L'unto del Signore

Udo Gümpel

You are here: Home - Uncategorized - L'unto del Signore


L'unto del Signore

L unto del Signore Di Berlusconi molto stato detto e scritto Ma pochi si sono soffermati sull intreccio di rapporti che lo legano al mondo cattolico In queste pagine Pinotti e G mpel ripercorrono l avventura del Cavali

  • Title: L'unto del Signore
  • Author: Udo Gümpel
  • ISBN: 8817028614
  • Page: 388
  • Format:
  • Di Berlusconi molto stato detto e scritto Ma pochi si sono soffermati sull intreccio di rapporti che lo legano al mondo cattolico In queste pagine, Pinotti e G mpel ripercorrono l avventura del Cavaliere in una prospettiva originale, che ne illumina i lati oscuri caricando di nuovo senso le sue scelte politiche Partendo dai suoi primi passi di imprenditore, l inchiesta racconta la vera storia della Banca Rasini e dei suoi soci, analizza le connessioni con Calvi e Sindona e le operazioni offshore, e ricostruisce le origini della Fininvest, con il suo complesso e inestricabile gioco di scatole cinesi Attraverso preziose testimonianze inedite, rilegge la nascita di Forza Italia, i rapporti con l Opus Dei e CL, lo scambio di favori con la Curia, i legami con i nuovi cavalieri della finanza bianca, fino all involuzione teocon sui grandi temi bioetici e alle battaglie in favore della famiglia Una santa alleanza unisce i due poteri forti del nostro Paese, che sembrano non poter pi fare a meno uno dell altro.

    • ↠ L'unto del Signore || ↠ PDF Download by ↠ Udo Gümpel
      388 Udo Gümpel
    • thumbnail Title: ↠ L'unto del Signore || ↠ PDF Download by ↠ Udo Gümpel
      Posted by:Udo Gümpel
      Published :2019-03-27T06:29:14+00:00

    One thought on “L'unto del Signore

    1. Leonardo SAntantonio on said:

      ottimo libro. Non è denigratorio e non è una cronaca. Si legge molto bene e fa capire tante cose. Lo consiglio per valutare la figura di un personaggio come Berlusconi e tutto quello che ruota attorno a lui ed al Vaticano

    2. Giancarlo on said:

      Non è certamente facile ripercorrere in maniera organica cinquant'anni di vicende per le quali restano aperti ancora troppi interrogativi a cui, probabilmente, non sara mai nemmeno possibile dare una risposta certa, ma sarebbe stato meglio approfondire maggiormente i singoli aspetti. In altre parole, mi è sembrato di vedere troppa carne sul fuoco per sbrigarsela in meno di 300 pagine. Peccato.Giancarlo

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *